1. I posti letto

U.O.
Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale

 

• TERAPIA INTENSIVA

 

23

 

 

• TERAPIA INTERMEDIA

 

33

 DSC 6540small

 

• NIDO SSN

 

57

 DSC 6643small

 

NIDO SOLVENTI

 

20

 DSC 6674small


2. I servizi sanitari erogati

L’ U.O. di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale fornisce assistenza specializzata al neonato secondo i livelli assistenziali definiti dalla Società Italiana di Neonatologia e dalla Società Italiana di Medicina Perinatale:
Nido

culle per l’assistenza ai neonati fisiologici

cure minime, per i neonati con rischio anamnestico o con patologia minima

Terapia Intermedia - Patologia Neonatale

neonati con età gestazionale > 32 settimane e/o peso >1.500 g.

neonati patologici e che comunque richiedono monitoraggio polifunzionale continuo, purché non abbiano bisogno di cure intensive

neonati dimessi dalla Terapia Intensiva Neonatale (3° livello) 

Criteri di ricovero e livelli di assistenza

I criteri di ricovero ed i livelli di assistenza erogati nell’area di Terapia Intermedia sono quelli stabiliti nell’accordo Stato /Regioni (Gazzetta Ufficiale n 13 del 18 gennaio 2011. Conferenza Unificata- Accordo 16 dicembre 2010).

Vengono comprese tutte le attività assistenziali, compresa la garanzia dell’assistenza in sala parto e nelle situazioni di emergenza , che riguardano :

- neonati con età gestazionale > 32 settimane e/o peso > 1500 g

- neonati patologici e che comunque richiedano monitoraggio polifunzionale continuo, purchè non abbiano bisogno di cure intensive

- neonati dimessi dalla Terapia Intensiva

Terapia Intensiva

CRITERI DI RICOVERO E LIVELLI DI ASSISTENZA (SIN-Sezione Lombardia)

I criteri di ricovero ed i livelli di assistenza erogati nell’area di Terapia Intensiva sono quelli stabiliti nell’accordo Stato /Regioni e ulteriormente dettagliati dalla SIN Lombarda che ha ritenuto di uniformare quelli relativi alla Terapia Intensiva fra tutte le UO di TIN della Regione Lombardia.

Vengono comprese tutte le attività assistenziali , compresa la garanzia dell’assistenza in sala parto e nelle situazioni di emergenza , che riguardano :

- Neonati con età gestazionale <32 settimane e/o peso <1500gr, limitatamente alle prime 48 ore di vita.

- Neonati di peso < 1000gr indipendentemente dall’età cronologica.

- Neonati in assistenza respiratoria con intubazione e prime ore dopo estubazione (anche dopo INSURE)

- Neonati in assistenza respiratoria con NCPAP e prime ore dopo la sospensione della stessa.
- Neonati con tracheostomia posizionata fino a condizioni cliniche stabili.

- Neonati che richiedono interventi diagnostici e/o terapeutici invasivi e procedure assistenziali complesse:
•    Exsanguinotrasfusione (totale o parziale)
•    Dialisi peritoneale
•    Infusione di inotropi
•    Cateterizzazione arteriosa
•    Drenaggio toracico/pleurico
•    Monitoraggio cardiocircolatorio invasivo
•    Trattamento con prostaglandine

- Neonato in nutrizione parenterale totale con catetere venoso centrale.

- Neonati con problemi ematologici acuti (sindrome emorragica, trombosi, CID, shock).

- Neonati prima e dopo interventi chirurgici maggiori per periodo variabile a seconda del tipo di intervento (legatura cardiochirurgica del dotto, riparazione di ernia diaframmatica, onfalocele, atresia dell’esofago con o senza fistola, gastroschisi e altra patologia  gastro-intestinale, cisti e sequestri polmonari, interventi neurochirurgici per spina bifida e idrocefalia, laserterapia per ROP).- Neonati prima e nelle prime 24 ore dopo procedura interventistica cardiologica (cateterismi, valvuloplastiche percutanee) salvo complicanze.

- Trattamento delle aritmie gravi (Tachicardia parossistica sopraventricolare, flutter atriale) fino a 24 ore dopo controllo del ritmo.

- Neonati  dopo interventi di cardiochirurgia maggiore, se dimessi dalla terapia intensiva cardiochirurgica o terapia intensiva pediatrica in condizioni ancora instabili.

- Neonati con asfissia perinatale con Apgar score 3 o < 3  a 5’ limitatamente alle prime 24 ore di vita (se non rientrano nelle altre categorie).

- Neonati da sottoporre a trattamento ipotermico e prime 24 ore dopo riscaldamento.

- Neonati da sottoporre a trattamento con ossido nitrico o altri vasodilatatori polmonari fino  a stabilizzazione.

- Neonati con convulsioni o con altra patologia neurologica grave fino a 72 ore dopo controllo farmacologico delle crisi.

- Neonati con sindrome da aspirazione massiva di meconio

- Neonati con patologie endocrino-metaboliche nella fase acuta o a rischio di scompenso grave (che potrebbero necessitare di dialisi e/o emofiltrazione, ecc....) fino a 48 ore dopo stabilizzazione clinica.

- Neonato nel giorno del decesso.

- Neonati che per condizioni cliniche particolarmente gravi devono essere sottoposti a monitoraggio polifunzionale continuo e continua valutazione dello stato clinico con registrazione dei parametri vitali almeno ogni 3 ore.

Attività ambulatoriale, di Follow-up e di Servizio di Abilitazione e Riabilitazione a Partenza neonatale

L’ U.O. fornisce un Servizio Ambulatoriale e di Day Hospital per i neonati che richiedono subito dopo la dimissione ulteriori controlli. Il Dipartimento ha inoltre organizzato da anni un Centro di Follow-Up per seguire nel tempo lo sviluppo dei neonati a rischio, in cui opera una équipe di sanitari con diverse competenze (neurologo, fisiatra, psicologo, psicomotricista, ecc.) coordinati dal pediatra-neonatologo, il cui intervento multidisciplinare ha l’obiettivo di definire precocemente lo sviluppo neuromotorio dei neonati a rischio.

Servizio di Trasporto Neonatale di Emergenza

Il Dipartimento di Neonatologia è Centro di Riferimento Regionale per il Trasporto Neonatale di Emergenza.

Centro di Nutrizione a Partenza Neonatale

Dall’anno 2004 è stato attivato un Centro di Nutrizione per l’assistenza e la ricerca in ambito nutrizionale, sostenuto dall’Associazione Genitori Neonato ad Alto Rischio.

3. Il personale medico

Nell'ambito dell'Unità Operativa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale svolgono la loro attività 33 Dirigenti medici specialisti in Pediatria con competenze specifiche in Patologia Neonatale.

4. Il personale Infermieristico e disupporto

 
TIN
Nido
Ambulatorio
Capo Sala
2
1
1
Infermieri Pediatrici
50
11
3
Infermieri
23
3
3
Puericultrici
8
40
4
Personale di supporto
9
4
1
Fisioterapiste  
 
5
Logopedista    
1
Psicologhe
 
5
 
TOTALE
92
64
18

 

HomeHome
Bimbo piuma Nato alla 25esima settimana di gravidanza, è stato sottoposto a un intervento d'urgenza per una perforazione intestinale. L'operazione nella…

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli accedi alla pagina Cookie dall'apposita voce nel Menu. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information