Obiettivi

Visita bimbo

Costituiscono obiettivi globali dell’UO:

 

La cura del neonato, mettendo in atto tutte le misure organizzative, strutturali e culturali atte a favorire il suo benessere.

La protezione, la promozione ed il sostegno dell’allattamento materno per tutti i neonati sulla base dei principi sostenuti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dall’UNICEF declinati nei 10 passi della Baby Friendly Hospital Initiative:


1. Definire una politica aziendale e dei protocolli scritti per l'allattamento al seno e farli conoscere a tutto il personale sanitario.
2. Preparare tutto il personale sanitario per attuare compiutamente questi protocolli.
3. Informare tutte le donne in gravidanza dei vantaggi e dei metodi di realizzazione dell'allattamento al seno.
4. Mettere i neonati in contatto pelle a pelle con la madre immediatamente dopo la nascita per almeno un’ora e incoraggiare le madri a comprendere quando il neonato è pronto per poppare, offrendo aiuto se necessario.
5. Mostrare alle madri come allattare e come mantenere la secrezione lattea anche nel caso in cui vengano separate dai neonati.
6. Non somministrare ai neonati alimenti o liquidi diversi dal latte materno, tranne che su precisa prescrizione medica.
7. Sistemare il neonato nella stessa stanza della madre (rooming-in), in modo che trascorrano insieme ventiquattr'ore su ventiquattro durante la permanenza in ospedale.
8. Incoraggiare l'allattamento al seno a richiesta tutte le volte che il neonato sollecita nutrimento.
9. Non dare tettarelle artificiali o succhiotti ai neonati durante il periodo dell'allattamento.
10. Promuovere la collaborazione tra gli operatori della struttura, il territorio, i gruppi di sostegno e la comunità locale per creare reti di sostegno a cui indirizzare le madri alla dimissione dall’ospedale.

 
Cura del “neonato prematuro” con attenzione alla gestione degli aspetti comportamentali e relazionali del soggetto prematuro; assistenza personalizzata e modulata in base alla valutazione comportamentale di ogni singolo neonato ed  interventi individualizzati.

Programma di “Follow up” rivolta al neonato con patologia o a rischio
dimesso dalla Terapia Intermedia-Terapia Intensiva dell'Unità Operativa. A questi neonati vanno aggiunti i bambini, nati in altre strutture che rispondono ai criteri di rischio previsti per l’inserimento nel programma di follow up.

“Controlli multidisciplinari” indirizzati al neonato con patologia maggiore o a rischio che si diversifica (tempi e durata) sulla base della categoria di rischio o della patologia presentata.
A tale programma, oltre ad operatori dell’U.O (pediatra, fisiatra, gastroenterologa, fisioterapiste), collaborano operatori esterni (psicologa, terapiste della neuropsicomotricita, logopedista, consulenti AISTMAR) con specifiche competenze in diversi settori dello sviluppo. Collaborano inoltre consulenti afferenti ad altre Unità Operative della Fondazione (neurologo, nefrologo, oculista, endocrinologo, cardiologo, NCH, chirurgo pediatra, neuropsichiatra infantile).

Costante verifica dell’attività e dell’efficacia delle cure erogate dall’UO mediante un confronto con uno standard accettato, cioè con la partecipazione ad un registro Internazionale (Vermont Oxford Network) di neonati di peso alla nascita < 1500 grammi  e  ad un Database Neonatologico nell’ambito della Società Italiana di Neonatologia (Network Neonatale Italiano).

Analisi qualitativa e quantitativa, con l’uso di specifici  indicatori clinici, dell’assistenza in neonati sottoposti a supporto ventilatorio.

La sorveglianza e il controllo delle infezioni ospedaliere nei neonati di peso < 1500 g mediante l’implementazione di un database specifico (Network nazionale per la sorveglianza ed il controllo delle infezioni ospedaliere).

Il monitoraggio dei volumi di attività delle diverse aree dell’UO  (Terapia Intensiva e Terapia Intermedia, Nido, Ambulatori e Follow-up, Abilitazione e Riabilitazione e Centro di Nutrizione a partenza Neonatale).

Il monitoraggio della prevalenza di difetti congeniti nell’UO (Registro Lombardo delle Malformazioni nell’ambito della Società Italiana di Neonatologia), con confronto a livello regionale.

Valutazione del grado di soddisfazione dell’utenza al fine di migliorare il servizio offerto, per quanto riguarda l’assistenza ai neonati degenti ed alla loro famiglia.

Gestione del Sistema Qualità. La certificazione dei processi secondo la normativa UNI EN ISO 9001:2008 , costituisce fin dal 2006 un’obiettivo della Fondazione IRCCS  Cà Granda, Ospedale Maggiore Policlinico. Vi sono periodiche Verifiche  Ispettive Interne ed Esterne, queste ultime condotte con l’Ente di Certificazione Bureau Veritas Quality International (BVQI), con la coordinazione ed il supporto operativo dell’Ufficio Qualità e del Comitato Qualità e Sicurezza  (CoQuaS) della Fondazione. Vi è programma triennale di valutazione di aziende sanitarie accreditate per l’implementazione del sistema di valutazione della Joint Commission International (JCI).  

Gestione del rischio clinico e prevenzione degli errori come strumento di miglioramento della qualità dell’assistenza e di prevenzione delle conseguenze economiche degli eventi avversi. Adozione nell’U.O. delle strategie volte ad una gestione integrata del rischio clinico.  Per il “Risk management” è stato individuato un modello organizzativo uniforme per la gestione, sono state elaborate direttive e linee guida per la rilevazione uniforme degli errori e dei rischi di errori, sono stati promossi gli eventi di formazione per diffondere la cultura della prevenzione dell’errore ed è stata promossa la segnalazione di “near misses”.

Utilizzo di una cartella clinica informatizzata sempre più funzionale alla tipologia e alla complessità della U.O. Applicazione della cartella clinica informatizzata per tutti gli aspetti assistenziali.

 

HomeHome
Bimbo piuma Nato alla 25esima settimana di gravidanza, è stato sottoposto a un intervento d'urgenza per una perforazione intestinale. L'operazione nella…

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli accedi alla pagina Cookie dall'apposita voce nel Menu. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information